Procida e la processione del Venerdì Santo

Uno tra i riti più antichi e caratteristici della Campania, nasce nel ‘600 ad opera della Congrega dei Turchini.

Uno squillo di tromba e la risposta di tre colpi di tamburo. Comincia così, di primo mattino, la “Processione dei Misteri” del Venerdì Santo a Procida.

Smorfie e sorrisi, colori sgargianti e occhi che si illuminano: sono i mille volti della devozione, che Procida mette in scena attraverso la suggestione della processione.

Questo sarebbe stato il 4 anno consecutivo in cui la sveglia alle 3 del mattino sarebbe stata solo l'inizio di un'altra emozionate avventura tra i Misteri di Procida e il mare.L'anno 2020 ha cambiato tante cose, tra cui bloccato e slittato di un anno questa tradizione. Sono ormai 32 giorni che siamo a casa resistendo in quarantena al Coronavirus.

Pensando a Procida, la mia mente corre subito al mare, alla meraviglia delle nostre tradizioni, alla coppia di anziani che ogni anno ritrovo lì affacciata dal loro piccolo balconcino a seguire la processione.

Buona Pasqua a tutti!

Procida 2019

La meraviglia di tornare sui propri passi, specialmente dal punto di vista fotografico, ti dà l'occasione di fare scelte nuove, diverse o di perseguire quelle già percorse e migliorarle.

Processione dei Misteri e il racconto della partecipazione per il terzo anno consecutivo.
Questo è il tipico esempio in cui la fotografia può tanto. Ti porta a fare cose che senza di Lei non faresti.
Quest'anno
la sveglia è suonata alle 3 (ma visto che la sera prima avevo lavorato, il mio sonno si è ridotto ad un'oretta scarsa.)

Prendo il traghetto delle 4.10 da Pozzuoli e nel silenzio del mare arrivo nella bellissima Procida. Tutto è in fermento, i Misteri sono ancora con gli ultimi ritocchi da terminare, fervore nell'aria, odore di vernice e poi l'alba, meravigliosa più che mai.
Colazione (immancabile lingua di Procida ) e arrivo della Madonna Addolorata, vestita a lutto e del "Cristo morto" nella Abbazia di San Michele Arcangelo.
Poi tutti a vestirsi in piazza per la Processione. Le donne aiutano i loro mariti e i loro figli a vestirsi, e quest'anno la novità è che per la prima volta dopo quattro secoli le donne isolane partecipano portando anche loro i Misteri e le tavole.
Alle 7.30 puntuale inizia la discesa dei Misteri e la Processione, baciata da un caldo ed estivo sole.

La prima volta

"Svegliarsi prima che il sole sorga per soddisfare voglie fotografiche non ha prezzo. Vedere i delfini che nuotano nel golfo mentre albeggia, significa dare inizio ad una giornata meravigliosa. E' impagabile ordinare al bar "lingua" e caffè alle 6 del mattino e poi unirsi a tutto il paese che è già in festa e che affolla le stradine dell'isola.

Spero di riuscire a trasmettere almeno un briciolo della bellezza delle nostre tradizioni."

Procida 2017

Le fotografie scattate a colori sono della processione del 2018. Gli scatti in bianco e nero sono dell'anno precedente, il 2017.

Due esperienze molto diverse l'una dall'altra. Rinnoverò l'appuntamento per la prossima processione del Venerdì Santo, dove tornerò a scoprire Procida e le sue magnifiche tradizioni.

Procida 2017 e 2018